attività ACA

Associazione Carpigiana Aeromodellisti

3 maggio 2006

Recensione Fliton Edge 540 Mini

Fliton Edge 540Mini  

 

edge 540 mini
 Bellissimo e finitissimo questo modello Fliton. Semiriproduzione dell'ormai famoso aereo Edge 540,  completamente in balsa.

La costruzione: 

Costruito splendidaamente e rivestito in termoretaibile con una accattivante grafica, l'Edge si fa subio notare sui campi di volo. L'assemblaggio richiede qualche ora ed anche qualche malizia modellistica. Le istruzioni infatti sono, in alcuni punti, poco esaurienti o mancanti. Sopratutto per quanto riguarda il fissaggio dell'ala, semplicemente bloccata da una baionetta e da un listello in compensato, una volta che questa è inserita all'interno della fusoliera. Io ho provveduto, dopo attenti controlli all'incidenza, ad incollare tutta la superficie, facendo scorrere del cianoacrilato liquido e spruzzando attivatore, in modo da bloccare il tutto.

Il carrello si è subito rivelato debole, appoggia infatti tutta la sua splendida struttura a balestra, direttamente sulla balsa (3mm) della fusoliera, in sostanza, non perdona il minimo atterraggio brusco. Meglio provvedere a rinforzarlo, aumentando la superficie di incollaggio ed inserendo sotto all'apposito supporto, dei longheroni che si fissino alle ordinate parafiamma.

L'elettronica:

Per comandare le superfici mi sono affidato ai servocomandi E-Flite, sub-micro S75, che offrono delle squadrette in nylon decisamente lunghe, oltre ad essere estremamente precisi ed affidabili.

L'impianto radio è Futaba, con la nuova ricevente 6 canali PCM1024.

Il motore che ho deciso di istallare è l'Hacker A20-20L, mentre il regolatore è uno Jeti 18A brushless.

Le batterie sono Elecrticfly 1600 15C 3S1P.

Per l'elica ho deciso di montare la splendida 10×4.7 Overplast.

Il Volo:

Dopo qualche decollo e atterraggio per trovare il giusto baricentro, ho potuto cominciare a volare sul serio. Il decollo è fin troppo facile, tutto motore ed il modello stacca le ruote dopo una corsa cortissima. Sale bello deciso in quota, ma non troppo veloce. Con il baricentro ben settato, si rivela subito facile e preciso, i comandi sugli alettoni (nonostante sembrino molto piccoli a confronto con altri 3D) sono sufficientemente rapidi anche con le corse impostate al 60%.

Qualche circuito per prendere confidenza e provare lo stallo, ho cominciato ad eseguire qualche figura. Il tonneau veloce non richiede nessuna correzione, mentre per quello lento si richiede l'intervento almeno dell'elevatore, per una piccola picchiata quando rovescio. Impressionante il coltello, un colpo di alettoni ed una piccola compensazione per vedere il modello stare a coltello per chilometri.

Otto cubano, fiesler, scampanate, precise e splendide.

Un difetto invece l'ho riscontrato nell'esecuzione dell'hovering. Il modello resta bello fermo con un pelo di alettoni a contrastare, ma fatica ad uscirne dando motore. Il motore che ho scelto è un pò scarso. Ho voluto provare ad utilizzare un setup leggero, per tenere il modello sotto ai 700 grammi, ma effettivamente il motore è un pò scarso. Portando la stick del gas al massimo, il modello fatica a partire dal Torque. Dunque se volete un bel volo di acrobazia di base, l'A20-20L è perfetto, se invece cercate torque roll selvaggio anche a bassissime quote, meglio montare un A30, che però implica l'utilizzo di batterie più pesanti, e di un regolatore da 30A.

In conclusione:

PRO:

– Bellissimo da vedere, sia per la costruzione che per le finiture

– Volo splendido, punto forte il coltello

CONTRO:

– Istruzioni poco chiare in alcuni passaggi

– Carrello decisamente troppo debole

– Con setup leggero manca motore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top